sabato 2 novembre 2013

Ciabatta (Paul Hollywood)

Un regalo fa sempre piacere. 
Qualsiasi cosa, quando è inaspetta stupisce e sorprende. 
Se poi il regalo incontranta i propri gusti rende ancora più felici. 
La scorsa settimana sono stata (dopo tanto, troppo tempo) a trovare la mia cara amica Serena.
Dall'ultima volta che sono stata da lei sono cambiate tante cose e vederla così felice è stato davvero bello!
Ogni volta che vado da lei è sempre un piacere. La compagnia è la migliore e si mangia benissimo.
Questa volta poi mi ha regalato anche due bellissimi libri di cucina. Già sfogliati e ri-sfogliati, le ricette dovranno essere provate tutte.....................piano piano, s'intende!

La prima ricetta che ho provato è stato un pane: la Ciabatta di Paul Hollywood da "La magia del forno".

 
Io, essendo la prima volta che le facevo ho cercato di seguire il più possibile la ricetta originale salvo sostituire il lievito secco con quello fresco. 
Secondo me il lievito va diminuito perchè il pane cresce davvero troppo in fretta! Il mio impasto, con 20g di lievito fresco, è triplicato in meno di un'ora!
Per il resto...ottimo pane, di facile realizzazione, spiegato benissimo.
Da rifare, assolutamente!!!!!

L'impasto è molto umido quindi va lavorato con l'impastatrice oppure (come ho fatto io) con le fruste a spirale dello sbattitore. 
Io riporto la ricetta originale, pari pari. Ognuno è libero di scegliere se mantenere le dosi originali di lievito o diminuire.

Ingredienti:
500g
10g lievito di birra secco
0,4dl olio extra vergine di oliva
4dl acqua tiepida
semola per spolverizzare

Procedimento:
Ungere un contenitore di plastica (o di vetro) quadrato(o rettangolare) della capacità di 2-3 litri. La forma del contenitore è importante perchè aiuta a modellare l'impasto.
Versare la farina, il lievito e il sale (non a contatto con il lievito) nella bacinella dell'impastatrice con il gancio, aggiungere l'olio e 3/4 dell'acqua e iniziare ad impastare a bassa velocità.
Quando inizia a formarsi l'impasto, unire poco alla volta l'acqua rimasta; una volta terminata, continuare a lavorare 5-8 minuti a media velocità. La pasta dovrà risultare morbida ed elastica.
Trasferire l'impasto nel contenitore unto, coprire con un telo e lasciare lievitare finchè non raddoppia o triplica di volume (1-2 ore o più).
Scaldare il forno a 220°C e foderare due teglie con carta da forno.
Spolverizzare abbondantemente il piano di lavoro con farina (meglio semola).
Trasferire delicatamente la pasta sul piano di lavoro cercando di conservare la forma. Piegatela molto delicatamente per mantenere all'interno la maggior parte dell'aria.
Spolverizzare la superficie di farina o semola e dividere l'impasto a metà e poi ancora a metà per il lungo fino ad ottenere 4 strisce.
Trasferire delicatamente sulle teglie e allungarle leggermente.
Lasciate riposare 10 minuti e cuocere 25 minuti o finchè non saranno dorate e ben cotte e battendo il fondo con le nocche sentirete un rumore sordo.
Lasciare raffreddare su una gratella.



3 commenti:

  1. Risposte
    1. sono buonissime mangiate con formaggi e salumi...te l'assicuro :-Q____

      Elimina